“L'Associazione dei dirigenti scolastici interviene sulla questione della mostra sulle “Foibe” da realizzare al Liceo Classico Cutelli di Catania ed esprime solidarietà alla Preside Colella.

In merito a quanto riportato sulla stampa, riguardante il presunto diniego del Dirigente Scolastico per la realizzazione di una mostra sulle “Foibe”, presso il Liceo Classico Cutelli di Catania, il presidente di Andis Catania Santo Molino dichiara quanto segue:

La tragedia degli Italiani vittime delle Foibe e del drammatico esodo dalle terre istriane, fiumane e dalmate, nel secondo dopoguerra, rappresenta un evento non solo da ricordare ma deve costituire opportunità formativa per le nuove generazioni e certamente oggetto di approfondimento in sede scolastica, in tal senso è stata certamente una buona scelta quella del Parlamento Italiano che ha voluto istituire con Legge 30/03/2004 il Giorno del Ricordo, quale solennità civile nazionale da celebrare il 10 Febbraio di ogni anno. E' evidente che in tutte le istituzioni scolastiche l'argomento viene opportunamente trattato a cura dei docenti delle varie classi e talvolta anche con iniziative che possono avere un respiro più ampio, laddove si coinvolgono gli organi collegiali o si attiva la collaborazione tra più scuole o istituzioni.

Nel caso del Liceo Cutelli di Catania, il dirigente scolastico Prof. Elisa Colella ha dichiarato di non avere mai minimamente inteso osteggiare una qualsivoglia volontà degli studenti di celebrare un evento commemorativo della tragedia delle Foibe. Dalla dinamica di quanto accaduto, si evince che, al di là della mera trattazione didattica in classe, si voleva proporre un evento – mostra, cosa che certamente richiede una tempistica ed un minimo di programmazione e che potrà trovare opportuna e confacente realizzazione prossimamente. Al di là del fatto, generato probabilmente da un equivoco in ordine ad una proposta avanzata da uno studente, meritevole comunque di apprezzamento, ciò che risulta strano sono le dichiarazioni politiche di ostilità offensive nei confronti del dirigente scolastico: L'Andis esprime piena solidarietà alla Preside Elisa Colella, tra l'altro da Settembre nuovo dirigente del Liceo Classico Cutelli, sottolineando l'impegno che sta sostenendo nel rilancio della scuola e degli studi classici nel Paese, al punto da fare del Cutelli un punto di riferimento nazionale dei licei classici italiani.

L'Andis, nella convinzione che ogni dirigente scolastico opera professionalmente nel rispetto dei principi costituzionali di tutela della libertà di insegnamento dei docenti e del diritto allo studio degli studenti, auspica un rapido chiarimento sulla vicenda, invitando i rappresentanti politici ad acquisire la conoscenza della reale portata dei fatti anche attraverso la versione di chi rappresenta l'istituzione scolastica, evitando comunque stili non appropriati ad una corretta dialettica tra politica e dirigenza pubblica”.